25 luglio 2020 – Purché se ne parli: la prima volta della schwa su un quotidiano nazionale.

29 Luglio 2020 0 Di Italiano Inclusivo

Per parafrasare Goethe, «purché se ne parli».

E allora – anche se Mattia Feltri ne parla in modo sarcastico e critico dall’alto del suo privilegio maschile-binario-cis, dimostrando ben poca cognizione di causa sui motivi per cui una modifica come questa è necessaria nella nostra lingua, e anche in modo mal ricercato sia sulle persone citate che sulla pronuncia e la grammatica dell’italiano inclusivo – che sia comunque benvenuta la prima apparizione della schwa sulle pagine di un quotidiano di grande diffusione come soluzione al problema del linguaggio escludente.

(Su La Stampa, Il Buongiorno di Mattia Feltri, 25 luglio 2020, per gli abbonati. Qui il testo integrale su Facebook.)

Aggiornamento: il 29 luglio a Fahrenheit (Rai Radio 3) se ne è discusso. Ne parliamo qui.